Trasporto rifiuti speciali

Trasporto rifiuti speciali

Il Decreto Ronchi, com’è noto, ha stabilito in modo dettagliato ed nequivocabile a quale categoria appartenga ogni genere di rifiuto e ha dato anche direttive precise sul trasporto e lo smaltimento o lo stoccaggio.

I rifiuti speciali si dividono sostanzialmente in due grandi gruppi: pericolosi e non pericolosi.

In particolare, la categoria dei rifiuti speciali viene analizzata nell’articolo 7, di seguito riportiamo l’elenco dei rifiuti così identificati e di cui noi siamo abilitati al trasporto:

  • i rifiuti da attività agricole e agro-industriali;
  • i rifiuti derivanti dalle attività di demolizione, costruzione, nonché i rifiuti pericolosi che derivano dalle attività di scavo;
  • i rifiuti da lavorazioni industriali;
  • i rifiuti da lavorazioni artigianali;
  • i rifiuti da attività commerciali;
  • i rifiuti da attività di servizio;

I rifiuti derivanti dalle attività di recupero e smaltimento di rifiuti, i fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi;

  • i rifiuti derivanti da attività sanitarie;
  • i macchinari e le apparecchiature deteriorati ed obsoleti;
  • i veicoli a motore, rimorchi e simili fuori uso e loro parti.